Puglia | Digital Library

Il brigante Servodio, Nicola Morra, Giuliano e i cantastorie siciliani

Autori:
Cappelli Piero
Nuzzaco Francesco
Nuzzaco Clelia

Argomenti:
Storia e Tradizioni

L'audio fa parte del Fondo Cappelli-Nuzzaco, un'ampia antologia di registrazioni sonore raccolte tra il 1984 e il 1999 dagli studiosi Piero Cappelli, Clelia e Francesco Nuzzaco. Si tratta di una serie cospicua di rilevazioni sul campo nate dal desiderio di raccogliere e lasciare traccia delle tradizioni popolari locali e della narrativa popolare orale di Cassano delle Murge, fatta di fiabe, novelle, favole di animali, filastrocche, leggende, canti, stornelli, preghiere della devozione popolare e storie di vita. Il narratore di questa storia è Pietro Paciolla (1897-1990), intervistato tra l'ottobre 1984 e il dicembre 1989 in 13 sessioni, prevalentemente nella sua abitazione, in un contesto quindi familiare e confidenziale. In questa registrazione dal titolo "Il brigante Servodio, Nicola Morra, Giuliano e i cantastorie siciliani" si ripercorrono le avventure di tre leggendari briganti, protagonisti di numerosi racconti popolari. Paciolla per primo ricorda Vito Servodio di Cassano, grande protagonista della storia meridionale, noto come Vituccio, il "bandito dal grilletto facile". Il racconto ha inizio con Raffaele D'Ambrosio, sindaco di Cassano, non ben visto dalle diverse fazioni del paese che decisero di ucciderlo, anzi decisero di assoldare qualcuno per ucciderlo, promettendogli una ricompensa. Così chiamarono Servodio, un giovane muratore e manovale, convinto dallo zio: "Tu andrai ad uccidere quello, e finiranno le tue miserie, tu diventerai ricco". Vituccio eseguì l'omicidio ma le guardie lo riconobbero, costringendolo alla latitanza in campagna. Ogni giorno, al calar del sole si recava in città per richiedere allo zio la sua ricompensa, ma nulla. Ritornava sempre a mani vuote. Per vendicarsi, in pieno giorno, uccise a colpi di pistola suo cugino, provocando ancor di più le autorità che misero una ricompensa per chiunque avesse scoperto il luogo dove si nascondeva Servodio. Dopo giorni arrivò in una masseria di proprietà di un certo Santalice e ne uccise tutte le pecore. Fu scoperto, catturato e imprigionato. Il Paciolla ricorda la morte del Servodio anni dopo il carcere mentre svolgeva il lavoro di muratore, ma in realtà fu ucciso durante un conflitto a fuoco nei pressi della masseria di Pantalone, fra Acquaviva e Santeramo. Il secondo racconto ha come protagonista Nicola Morra, il brigante "gentiluomo" di Cerignola, anche se per il narratore era siciliano, ricordato per il nobile gesto d'aver dato molto denaro ad un ragazzo per le cure del padre anziano molto malato. Nel racconto vi sono delle digressioni significative da parte del raccoglitore che interviene dapprima per far emergere il racconto sul brigante Fra Diavolo che però il Paciolla riconduce al nome di una contrada e in un secondo momento per avere notizie sulle leggende legate al ritrovamento di tesori, magari proprio dai briganti. Nell'ultimo racconto vi è la storia di Salvatore Giuliano, famoso bandito siciliano protagonista della strage di Portella della Ginestra (1947), prima strage dell'Italia repubblicana durante il quale morirono undici lavoratori. Le vicende legate alla banda di Giuliano furono apprese dal narratore grazie alle "canzoni" sentite in piazza durante l'infanzia.

Creative Commons License
Scheda sintetica
Identificazione
Natura analogica Registrazione sonora non musicale
Genere Suono
Argomento Storia e Tradizioni
Livello di descrizione raccolta prodotta dall'istituzione
Ambito cronologico decennio 1980
Collezione Fondo Cappelli-Nuzzaco
Descrizione del bene fisico
Categoria Documenti sonori
Testimonianze
Titolo Il brigante Servodio, Nicola Morra, Giuliano e i cantastorie siciliani (preferred Il brigante Servodio, Nicola Morra, Giuliano e i cantastorie siciliani)
Autore
Ruolo: Curatore
Nome: Cappelli Piero (preferred Cappelli Piero)

Ruolo: Curatore
Nome: Nuzzaco Francesco (preferred Nuzzaco Francesco)

Ruolo: Curatrice
Nome: Nuzzaco Clelia (preferred Nuzzaco Clelia)
Soggetto Racconti popolari
Folclore
Fonti orali
Datazione 1985
1985-02-24
Performer
Ruolo: Narratore
Nome: Paciolla Pietro (preferred Paciolla Pietro)
Copertura geografica Cassano delle Murge
Localizzazione
Soggetto conservatore: Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia (preferred Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia)
Tipo indirizzo: via
Indirizzo: Maggior Turitto
Numero civico: 3
CAP: 70020
Comune: Cassano delle Murge
Provincia: BA
Regione: Puglia
Nazione: Italia
Informazioni di dettaglio sulla risorsa digitale
Modalità d'uso bassa risoluzione
Diritti
Accessibilità uso pubblico
Detentore dei diritti Piero Cappelli
Francesco Nuzzaco
Licenza Creative Commons Public License: Attribuzione - Condividi allo stesso modo - 3.0 IT
Tipo di licenza http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/it/legalcode
Termini di licenza È consentito: ● Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato ● Modificare — remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere per qualsiasi fine, anche commerciale. Alle seguenti condizioni: ▪ Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in qualsiasi maniera ragionevole possibile, ma non con modalità tali da suggerire che il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale. ▪ Stessa Licenza — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, devi distribuire i tuoi contributi con la stessa licenza del materiale originario. ▪ Divieto di restrizioni aggiuntive — Non puoi applicare termini legali o misure tecnologiche che impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la licenza consente loro di fare.
Informazioni aggiuntive
Note Piero Cappelli, Clelia e Francesco Nuzzaco hanno incontrato 66 abitanti del paese e hanno acquisito, per 50 ore circa di registrazioni sonore, le diverse conversazioni, patrimonio conservato presso il Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia.