Puglia | Digital Library

La storia di Sansone

Autori:
Cappelli Piero
Nuzzaco Francesco
Nuzzaco Clelia

Argomenti:
Storia e Tradizioni

L'audio fa parte del Fondo Cappelli-Nuzzaco, un'ampia antologia di registrazioni sonore raccolte tra il 1984 e il 1999 dagli studiosi Piero Cappelli, Clelia e Francesco Nuzzaco. Si tratta di una serie cospicua di rilevazioni sul campo nate dal desiderio di raccogliere e lasciare traccia delle tradizioni popolari locali e della narrativa popolare orale di Cassano delle Murge, fatta di fiabe, novelle, favole di animali, filastrocche, leggende, canti, stornelli, preghiere della devozione popolare e storie di vita. Il narratore di questa storia è Pietro Paciolla (1897-1990), intervistato tra l'ottobre 1984 e il dicembre 1989 in 13 sessioni, prevalentemente nella sua abitazione, in un contesto quindi familiare e confidenziale. Desunta dalla Bibbia, Paciolla racconta qui la storia di Sansone come gliela raccontava suo padre. Prima della nascita di Cristo, Israele era di religione cattolica e gli ebrei, di religione ebraica, erano contro Dio e così, decide di far nascere un uomo dalla forza di dieci uomini, Sansone, per uccidere tutti gli ebrei. Una volta cresciuto e aumentata la sua forza, compì il compito per cui era nato, ovvero uccidere gli ebrei che entravano in Israele. Per fermare il massacro, i capi del tempo pensarono di farlo sposare con una donna adatta a lui che potesse estorcergli il segreto della sua forza. Infatti, dopo il matrimonio, la donna gli chiese "per quale ragione tenete questa forza superiore"? E Sansone, ignaro del tradimento, le svelò che la sua forza era dovuta ai capelli intrecciati in 7 lunghe ciocche. "Se mi tagliano i capelli, divento pari agli altri uomini". Arrivarono le guardie, avvisate dalla moglie e mentre dormiva lo legarono e gli tagliarono i capelli. Per vendicare gli ebrei sterminati, lo accecarono e lo legarono alle macine del grano come fosse un mulo e tutto il giorno girava per macinare il grano per tutti gli ebrei. Per festeggiare il popolo ebreo, decisero poi di innalzare un tempio con tre colonne e ogni domenica si ritrovavano tutti lì, compreso Sansone che veniva sempre deriso e sbeffeggiato. Però il tempo passava, i suoi capelli crescevano e lui riacquistava la forza. Così, con una scusa, una domenica si appoggiò ad una colonna per far finta di riposarsi, afferrò la colonna per sradicarla e al grido di "Muoia Sansone con tutti i 'figlisdei' (filistei)" fece crollare il tempio provocando la sua morte e quella di tutti gli ebrei. Paciolla ricorda così piacevolmente le sere in cui, da bambini, si aveva l'usanza di mettersi vicino al braciere in cucina e di ascoltare le storie raccontate dai padri e dagli anziani e riflette sulle consuetudini sociali cambiate: "non era come a mò, che ci sono i divertimenti, le macchine, le cose."

Creative Commons License
Scheda sintetica
Identificazione
Natura analogica Registrazione sonora non musicale
Genere Suono
Argomento Storia e Tradizioni
Livello di descrizione raccolta prodotta dall'istituzione
Ambito cronologico decennio 1980
Collezione Fondo Cappelli-Nuzzaco
Descrizione del bene fisico
Categoria Documenti sonori
Testimonianze
Titolo La storia di Sansone (preferred La storia di Sansone)
Autore
Ruolo: Curatore
Nome: Cappelli Piero (preferred Cappelli Piero)

Ruolo: Curatore
Nome: Nuzzaco Francesco (preferred Nuzzaco Francesco)

Ruolo: Curatrice
Nome: Nuzzaco Clelia (preferred Nuzzaco Clelia)
Soggetto Folclore
Racconti popolari
Fonti orali
Datazione 1986
1986-08-13
Performer
Ruolo: Narratore
Nome: Paciolla Pietro (preferred Paciolla Pietro)
Copertura geografica Cassano delle Murge
Localizzazione
Soggetto conservatore: Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia (preferred Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia)
Tipo indirizzo: via
Indirizzo: Maggior Turitto
Numero civico: 3
CAP: 70020
Comune: Cassano delle Murge
Provincia: BA
Regione: Puglia
Nazione: Italia
Informazioni di dettaglio sulla risorsa digitale
Modalità d'uso bassa risoluzione
Diritti
Accessibilità uso pubblico
Detentore dei diritti Francesco Nuzzaco
Piero Cappelli
Licenza Creative Commons Public License: Attribuzione - Condividi allo stesso modo - 3.0 IT
Tipo di licenza http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/it/legalcode
Termini di licenza È consentito: ● Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato ● Modificare — remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere per qualsiasi fine, anche commerciale. Alle seguenti condizioni: ▪ Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in qualsiasi maniera ragionevole possibile, ma non con modalità tali da suggerire che il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale. ▪ Stessa Licenza — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, devi distribuire i tuoi contributi con la stessa licenza del materiale originario. ▪ Divieto di restrizioni aggiuntive — Non puoi applicare termini legali o misure tecnologiche che impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la licenza consente loro di fare.
Informazioni aggiuntive
Note Piero Cappelli, Clelia e Francesco Nuzzaco hanno incontrato 66 abitanti del paese e hanno acquisito, per 50 ore circa di registrazioni sonore, le diverse conversazioni, patrimonio conservato presso il Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia.