Puglia | Digital Library

Pietro Paciolla

Argomenti:
Storia e Tradizioni

L'immagine digitale ripropone una fotografia storica di Felice Pietro Paciolla (1897-1990), uno dei 66 narratori ascoltati e registrati da Piero Cappelli, Clelia e Francesco Nuzzaco per incrementare la ricerca sulla narrativa popolare orale di Cassano delle Murge. Il Paciolla era un coltivatore diretto, piccolo proprietario, all'epoca delle rilevazioni già "ultra-ottuagenario" (87 anni nel 1984; 92 anni nel 1989), lucido e facondo parlatore ormai sordo – ma dotato di un apparecchio acustico che gli consentiva ancora di interagire. Tenacemente attaccato alle sue abitudini (come tutti gli anziani, del resto), è vissuto fino alla fine dei suoi anni nella casa originaria di Cassano vecchia (salvo brevi parentesi) insieme alla moglie Teresa Campanale, autonomo e in buona salute, assistito dai parenti. Suo padre, Domenico Paciolla, aveva sposato in prime nozze Isabella (di Grumo) da cui ebbe, oltre a Felice Pietro, altri due figli: Felice e Francesco. Morta prematuramente la prima moglie, Domenico si risposò con una donna di Palazzo San Gervaso, la “Palazzese”, e le seconde nozze procurarono dissidi con il figlio, in procinto di sposarsi anch'egli, per questioni legate all'eredità. Sappiamo direttamente dalle sue testimonianze che andò a scuola fino alla V elementare (dai 7 ai 12 anni), che frequentò il catechismo in parrocchia, che visse un'infanzia relativamente serena. Sempre lui dichiara di aver fatto il soldato per quattro anni durante la Prima guerra mondiale (era tra i ragazzi del '97 che nel 1915 avevano diciott'anni), probabilmente sul Carso. Veniamo a sapere anche che il nonno, Pìete u Uardiàne, padre di suo padre, era artigiano e guardiano (amministratore) delle proprietà del Capitolo. Uno zio (Giovanni, anch'egli artigiano), fratello del padre, fu vicesindaco del paese. Il padre, nei primi del Novecento, acquistò scomputandole parecchie terre da un ricco proprietario del tempo ormai in rovina, ed era in possesso anche di appezzamenti in precedenza appartenuti a confraternite ecclesiali. La famiglia era nota in paese per l'ottima produzione di vino tanto che lo stesso Felice Pietro, subito dopo essersi sposato, aprì – per un breve periodo – una locanda con mescita di vino (di produzione propria), come avevano fatto il nonno e il padre. Sempre dalle sue testimonianze ricaviamo che, oltre a coltivare le proprie terre, prestava per conto terzi la sua opera, organizzando squadre di potatori e di giornalieri. Per sette anni circa si occupò della conduzione delle terre di una famiglia di ricchi possidenti del paese. La sua famiglia era dominata da donne (moglie e tre figlie), condizione in parte “mitigata” da nipoti quasi tutti (salvo una femmina) maschi. Queste le notizie essenziali della vita di Pietro Paciolla: quanto basta per darci ragione delle stesse fonti (quasi sempre evocate) delle sue narrazioni e di molte delle concezioni e della visione del mondo da lui espresse apertis verbis o implicitamente emergenti dalle sue testimonianze.

Creative Commons License
Scheda sintetica
Identificazione
Tipologia
Genere: Immagine fissa
Derivazione: altro analogico digitalizzato
Oggetto fisico
Argomento Storia e Tradizioni
Livello di descrizione raccolta prodotta dall'istituzione
Ambito cronologico sec. XX
Collezione Fondo Cappelli-Nuzzaco
Descrizione del bene fisico
Categoria Fotografie
Titolo Pietro Paciolla (preferred Pietro Paciolla)
Soggetto Pietro Paciolla
Ritratti
Copertura geografica Puglia
Cassano delle Murge
Localizzazione
Soggetto conservatore: Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia (preferred Museo del Territorio di Cassano e dell'Alta Murgia)
Regione: Puglia
Provincia: BA
Comune: Cassano delle Murge
Indirizzo: via Maggior Turitto, 3
Informazioni di dettaglio sulla risorsa digitale
Modalità d'uso bassa risoluzione
Diritti
Accessibilità uso pubblico
Detentore dei diritti Piero Cappelli
Licenza Creative Commons Public License: Attribuzione - Condividi allo stesso modo - 3.0 IT
Tipo di licenza http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/it/legalcode
Termini di licenza È consentito: ● Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato ● Modificare — remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere per qualsiasi fine, anche commerciale. Alle seguenti condizioni: ▪ Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in qualsiasi maniera ragionevole possibile, ma non con modalità tali da suggerire che il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale. ▪ Stessa Licenza — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, devi distribuire i tuoi contributi con la stessa licenza del materiale originario. ▪ Divieto di restrizioni aggiuntive — Non puoi applicare termini legali o misure tecnologiche che impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la licenza consente loro di fare.
Informazioni aggiuntive
Note Le notizie biografiche su Pietro Paciolla riportate nella descrizione sono estratte dal volume in bibliografia.